Sondaggi d’America – Trump è il candidato repubblicano

Sondaggi d’America – Trump Vincitore

Salve amici.

Importanti novità nel campo repubblicano. Dopo una netta vittoria in Indiana, Donald Trump si è assicurato la nomination repubblicana. I suoi rivali, Ted Cruz e John Kasich, hanno infatti deciso di ritirarsi dalla corsa alla nomination. Trump, che ora si trova a quota 1057 delegati, raggiungerà ufficialmente i famosi 1237 delegati il 7 giugno, quando voteranno gli ultimi 5 stati delle primarie.

INDIANA

INR

Risultati per contea:

IN-R

Il magnate sarà quindi il candidato repubblicano ed ha ottenuto il riconoscimento come “presunta nomina” (“presumptive nominee”) da parte del Presidente del Partito Repubblicano Reince Priebus.

Alcuni repubblicani, come gli ex candidati alla presidenza Jeb Bush e Lindsey Graham, il senatore del Nebraska Ben Sasse, il governatore del Massachusetts Charlie Baker e il governatore del Maryland Larry Hogan hanno annunciato che non voteranno per Trump nelle elezioni generali. Alcuni repubblicani, come la governatrice del South Carolina Nikki Haley (la quale però appoggerà Trump) e gli ex presidenti Bush, non parteciperanno alla convention.

Lo Speaker della Camera Paul Ryan, nei giorni scorsi, si è detto non pronto a sostenere Trump, ma nei prossimi giorni si inconterà con il magnate.

Ora Trump sta cominciando ad esaminare i profili dei potenziali candidati alla vice presidenza. Alcuni repubblicani come il governatore della Florida Rick Scott (sostenitore di Trump da tempo), la governatrice del South Carolina Nikki Haley, John Kasich, Marco Rubio, Ben Carson (che aiuterà Trump a scegliere il candidato alla vice presidenza) si sono chiamati fuori.

Potenziali candidati alla vice presidenza sono quindi il governatore del New Jersey ed ex candidato alla presidenza Chris Christie, il senatore dell’Alabama Jeff Sessions (fervente conservatore), l’ex senatore del Massachusetts Scott Brown (moderato), la governatrice dell’Oklahoma Mary Fallin, la senatrice dell’Iowa Joni Ernst, la governatrice del New Mexico Susana Martinez (ispanica, però ha espresso riserve su Trump in passato), l’ex Speaker della Camera ed ex candidato nel 2012 Newt Gingrich.

Martedì si votera in West Virginia e Nebraska. Esito scontato in entrambi gli stati.

Passiamo ora ai democratici.

Battuta d’arresto per Hillary Clinton in Indiana, dove è stata battuta da Sanders.

INDIANA

IND

Risultati per contea:

IN-D

Nonostante questa sconfitta, alla Clinton mancano soltanto 153 delegati per vincere la nomination.

deldem

I prossimi stati (West Virginia il 10 maggio, Kentucky e Oregon il 17 maggio) non sono favorevoli alla Clinton. Quindi molto probabilmente arriverà al 7 giugno (quando voteranno California, Montana, New Jersey, New Mexico, North Dakota, South Dakota) a circa 50 delegati dai 2382 necessari a vincere la nomination.

Per oggi è tutto. Vi invitiamo a seguire il nostro account twitter.com/BidimediaUSA che vi terrà aggiornati con risultati, sondaggi, notizie e molto altro.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi