Sondaggi d’America /147 – Sanders vince nettamente in Alaska, Hawaii e Washington. Martedì si vota in Wisconsin: Cruz e Sanders favoriti.

Salve amici. Sabato scorso si sono tenuti 3 caucus tra i democratici. Martedì 5 aprile gli elettori del Wisconsin, per entrambi i partiti, saranno chiamati al voto.

Cominciamo dai repubblicani. Negli scorsi giorni, Donald Trump ha affermato che ci deve essere una forma di punizione per le donne che abortiscono. Inoltre il magnate ha ritrattato il suo impegno a sostenere il candidato che vincerà la nomination repubblicana (in caso in cui non sia lo stesso Trump). Hanno fatto lo stesso anche gli altri candidati. Ted Cruz ha evitato la domanda sull’eventuale sostegno a Trump come candidato alle elezioni generali, affermando che non gli sono piaciuti i commenti di Trump su sua moglie e che ci deve ancora pensare. Anche John Kasich, che ha condannato le parole di Trump sull’aborto, è indeciso.

Martedì 5 si voterà nel Wisconsin. Negli ultimi sondaggi Cruz ha sorpassato Trump. Il senatore del Texas ha guadagnato il prezioso appoggio del governatore del Wisconsin ed ex candidato alla presidenza Scott Walker, non molto popolare tra democratici e indipendenti, ma ancora molto stimato dai repubblicani. Il Wisconsin è uno stato che attribuisce i suoi delegati con il winner take all (il vincitore prende tutto) sia a livello statale che a livello dei distretti congressuali. Una sconfitta per Trump complicherebbe la sua strada verso i 1.237 delegati necessari a vincere la nomination.

Non ci sono buone notizie per Trump per quanto riguarda il discorso dei delegati. Cruz ha dominato la convention repubblicana in Louisiana e, nonostante la sconfitta nelle primarie dello stato, ha gli stessi delegati di Trump. Alcuni stati (North Dakota dal 1° al 3 aprile, Colorado dall’8 al 9 aprile, Wyoming dal 14 al 16 aprile) selezioneranno i delegati alla convention repubblicana di luglio non con delle primarie o caucus, ma attraverso il voto delle convention locali. Cruz è molto avvantaggiato dal voto delle convention, in quanto dominate dagli attivisti repubblicani e dove le strutture delle campagne giocano un ruolo importante (e la campagna di Cruz è molto più attrezzata di quella di Trump), ed inoltre molto probabilmente sarà l’unico candidato a parlare a queste convention. Ricordiamo che per raggiungere il numero di 1.237 delegati, Trump ha bisogno di vincere almeno 483 dei rimanenti 914 delegati da ripartire, ovvero il 52,8%.

WISCONSIN – 42 delegati da ripartire

18 delegati dello stato verranno assegnati al candidato che otterrà il maggior numero di voti. 24 delegati dei distretti congressuali (3 per distretto) verranno assegnati al candidato che otterrà il maggior numero di voti in quel dato distretto.

WIR

Passiamo ai democratici. Grandi vittorie per Bernie Sanders in Alaska, Hawaii e stato di Washington. Sanders ha addirittura fatto meglio di Barack Obama nelle primarie del 2008 in Alaska e Washington. Con queste vittorie Sanders è riuscito ad accorciare il gap con la Clinton tra i delegati attribuiti normalmente (non i superdelegati, cioè leader di partito) di circa 70 lunghezze.

L’obiettivo di Sanders è raggiungere la Clinton tra i delegati attribuiti normalmente e per fare ciò deve vincere nettamente in Wisconsin, California (che voterà a giugno) e deve riuscire almeno a mantenere un piccolo distacco dalla Clinton nello stato di New York (home-state della Clinton, voterà il 19 aprile: secondo l’ultimo sondaggio la Clinton è avanti 54-42). Ma secondo gli ultimi sondaggi, Sanders è avanti di pochi punti nel Wisconsin, stato considerato amichevole al senatore del Vermont. Con una vittoria non nettissima, la Clinton riuscirebbe a limitare i danni nella conta dei delegati.

Passiamo ai risultati degli stati che hanno votato sabato scorso:

ALASKA

AKD

(i dati inseriti nella colonna “voti” corrispondono ai delegati eletti dai singoli caucus, non al voto popolare)

Risultati per contea:

AK-D

HAWAII

HID

Risultati per contea:

HI-D

WASHINGTON

WAD

(i dati inseriti nella colonna “voti” corrispondono ai delegati eletti dai singoli caucus, non al voto popolare)

Risultati per contea:

WA-D

Riepilogo sui delegati:

RiepilogoDemN

delegatidem2

Infine, le nostre previsioni sul Wisconsin.

WISCONSIN – 86 delegati da ripartire

29 delegati dello stato verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%. 57 delegati dei distretti congressuali (minimo 5, massimo 11 per distretto) verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

WID

Per oggi è tutto. Torneremo ad aggiornarvi martedì con le nostre previsioni finali sul Wisconsin.

Vi invitiamo a seguire il nostro account twitter.com/BidimediaUSA che vi terrà aggiornati con risultati, sondaggi, notizie e molto altro.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi