Sondaggi d’America /142 – Stanotte si vota in Michigan, Mississippi, Hawaii e Idaho. Trump e Cruz pareggiano 2-2, Sanders batte Clinton 3-1 negli stati del weekend. Bloomberg non si candida.

Salve amici.

L’ex sindaco di New York Michael Bloomberg ha annunciato che non correrà come indipendente per la presidenza. Bloomberg si sarebbe candidato solo in caso di vittoria dei candidati più “estremi” dei due partiti (Sanders tra i democratici, Trump o Cruz tra i repubblicani) ma visto che la vittoria di Hillary Clinton tra i democratici è sempre più probabile e che una sua candidatura avrebbe finito per avvantaggiare solo Trump/Cruz, Bloomberg ha infine deciso di non candidarsi.

Stanotte saranno chiamati a voto i democratici e repubblicani di Michigan e Mississippi ed i repubblicani di Idaho e Hawaii.

Prima di introdurre le nostre previsioni finali sugli stati chiamati al voto stanotte, vi riportiamo i risultati delle primarie e dei caucus del weekend passato.

Cominciamo dai repubblicani: buonissimi risultati per Cruz, che ha vinto di molto in Kansas e ha vinto (a sorpresa) in Maine, uno stato considerato moderato. Inoltre è stato staccato da Trump di circa 4 punti in Kentucky e Louisiana, dove per quest’ultimo si profilavano vittorie più nette.

Nonostante alcuni segnali di sofferenza, Trump ha comunque vinto in due stati ed ha guadagnato un buon numero di delegati. Rubio ha vinto nel territorio di Porto Rico con oltre il 70% dei voti, guadagnando tutti i delegati a disposizione ma ha ottenuto risultati pessimi in Louisiana e Maine. Risultati nelle aspettative per Kasich.

Stanotte voteranno Hawaii, Idaho, Mississippi e Michigan. Il 15 marzo voteranno Florida, Missouri, Illinois, North Carolina e Ohio. Kasich potrebbe fare molto bene stanotte in Michigan ma poi avrebbe assolutamente bisogno di una vittoria in Ohio (l’ultimo sondaggio mostra Trump avanti 38/35 su Kasich). Rubio dovrebbe vincere nelle Hawaii, ma il vero must-win è la sua Florida, dove sta riducendo il gap nei confronti di Trump (ultimo sondaggio mostra Trump avanti 38/30 su Rubio). Cruz dovrebbe vincere i caucus dell’Idaho ed avrebbe poi bisogno di ottime prestazioni in Missouri e North Carolina.

Sabato scorso sono stati svelati i risultati dello straw poll condotto alla CPAC (Conferenza dei Conservatori). Trump non ha più parlato all’evento ed è arrivato in terza posizione. Questi i risultati:

Cruz 40%; Rubio 30%; Trump 15%; Kasich 8%

 

Passiamo ai risultati delle primarie e dei caucus del fine settimana passato:

StatiRepubblicani

KANSAS

KSR

Risultati per contea:

KS-R

KENTUCKY

KYR

Risultati per contea:

KY-R

LOUISIANA

LAR

Risultati per contea:

LA-R

MAINE

MER

Risultati per contea:

ME-R

PORTO RICO

PRR

Risultati per contea:

PR-R

Ora un riepilogo sui delegati. Per vincere è necessario ottenere 1237 delegati.

DelR

delegatirep

In campo repubblicano, stanotte si voterà in Hawaii, Idaho, Michigan e Mississippi.

HAWAII (orario italiano chiusura urne: 07:00) – 19 delegati da ripartire

13 delegati sono ripartiti proporzionalmente tra i vari candidati a seconda del voto statale. 6 delegati (3 per ogni distretto) sono ripartiti proporzionalmente tra i vari candidati a seconda del voto del distretto.

Non ci sono sondaggi su questo stato, ma Rubio sembra il favorito per la vittoria. Ma non possiamo escludere soprese.

IDAHO (05:00) – 32 delegati da ripartire

32 delegati sono ripartiti tra i vari candidati a seconda del voto statale. Se un candidato ottiene più del 50% dei voti, allora quel candidato si aggiudica tutti i 32 delegati. Altrimenti, i 32 delegati vengono ripartiti proporzionalmente tra i candidati che ottengono più del 20% dei voti.

L’ultimo sondaggio uscito, risalente al 26 febbraio, assegna a Trump un vantaggio di 11 punti su Cruz (30%/19% con il 16% per Rubio ed il 5% per Kasich). Ma vista la forza di Cruz nei vari caucus che si sono svolti finora e il suo “momentum”, Cruz è il nostro favorito per la vittoria.

MICHIGAN (03:00) – 59 delegati da ripartire

59 delegati sono ripartiti tra i vari candidati a seconda del voto statale. Se un candidato ottiene più del 50% dei voti, allora quel candidato si aggiudica tutti i 59 delegati. Altrimenti, i 59 delegati vengono ripartiti proporzionalmente tra i candidati che ottengono più del 15% dei voti.

La nostra previsione vede Trump in testa, con Kasich e Cruz in lotta per la seconda posizione. Un sondaggio della ARG assegna a Kasich un vantaggio di 2 punti (33 a 31). L’ultimo sondaggio della Monmouth assegna il 36% a Trump, il 23% a Cruz, il 21% a Kasich ed il 13% a Rubio, ma se vengono considerate solo le persone intervistate dopo il dibattito sulla Fox, Trump ottiene il 32%, Kasich il 26%, Cruz il 25% e Rubio il 12%. Quindi il margine si sta assottigliando e ci potrebbero essere soprese.

Questa è la nostra previsione finale:

Trump 40,4% (minimo 32% – massimo 44,4%)

Kasich 22,1% (13,7% – 34%)

Cruz 21,9% (15,5% – 24,5%)

Rubio 12,4% (8,7% – 17,9%)

Altri 3,2% (0% – 7,2%)

MISSISSIPPI (02:00) – 40 delegati da ripartire

28 delegati sono ripartiti proporzionalmente tra i vari candidati a seconda del voto statale, con soglia del 15%.

12 delegati (3 per ogni distretto) sono ripartiti tra i vari candidati a seconda del voto del distretto. Se un candidato ottiene più del 50% dei voti, allora quel candidato si aggiudica tutti i 3 delegati. Altrimenti, 2 delegati vengono assegnati al vincitore del distretto e 1 delegato viene assegnato al secondo classificato.

L’ultimo sondaggio disponibile risale al 29 febbraio e vede Trump in testa con il 41%, seguito da Cruz con il 17%, Rubio con il 16% e Kasich con l’8%. Trump molto probabilmente vincerà in Mississippi, anche se Cruz potrebbe arrivare vicino al magnate.

 

Ora passiamo ai democratici. Kansas, Nebraska e Maine regalano vittorie nette a Sanders, il quale però guadagna un esiguo vantaggio di 2 delegati (68 a 66) in questa tornata elettorale a causa del grande successo della Clinton in Louisiana. La situazione si stabilizza. Entro il 15 marzo voteranno Michigan, Mississippi, Florida, Ohio, Missouri, North Carolina e Illinois e la Clinton, essendo nettamente favorita in tali stati, potrebbe ampliare il vantaggio nei delegati di molto.

Passiamo ai risultati:

StatiDemocratici

KANSAS

KSD

LOUISIANA

LAD

Risultati per contea:

LA-D

NEBRASKA

NED

Risultati per contea:

NE-D

MAINE

Risultati per contea:

ME-D

Ora un riepilogo sui delegati. Per vincere è necessario ottenere 2382 delegati.

DelD

delegatidem2

Per quanto riguarda i democratici, stanotte si voterà in Michigan e Mississippi.

MICHIGAN (03:00) – 130delegati da ripartire

45 delegati sono ripartiti proporzionalmente tra i vari candidati a seconda del voto statale, con soglia del 15%.

85 delegati (da 5 a 9 per ogni distretto) sono ripartiti proporzionalmente tra i vari candidati a seconda del voto del distretto, con soglia del 15%.

La nostra previsione finale vede la Clinton favorita con ampio margine:

Clinton 61,4% (minimo 55% – massimo 69,5%)

Sanders 38,5% (30,5% – 44%)

Altri 0,1% (0% – 1%)

MISSISSIPPI (02:00) – 36 delegati da ripartire

13 delegati sono ripartiti proporzionalmente tra i vari candidati a seconda del voto statale, con soglia del 15%.

23 delegati (4 per un distretto, 5 per due distretti e 9 per un distretto) sono ripartiti proporzionalmente tra i vari candidati a seconda del voto del distretto, con soglia del 15%.

L’ultimo sondaggio disponibile risale al 29 febbraio e vede la Clinton avanti su Sanders con il 65% contro l’11%. Molto probabilmente, vista la sua forza nell’elettorato afroamericano, la Clinton supererà il 70%.

Per oggi è tutto. Torneremo ad aggiornarvi nel fine settimana con i risultati degli stati chiamati al voto stanotte e con previsioni su Guam, Washington DC e Northern Marians (chiamati al voto sabato) e sugli stati del 15 marzo.

Vi invitiamo a seguire il nostro account twitter.com/BidimediaUSA che vi terrà aggiornati con risultati, sondaggi, notizie e molto altro.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi