Sondaggi d’Europa – Elezioni in Spagna: dopo i fatti di Parigi i trend si complicano, crescono i Popolari

Ecco un po’ di novità e aggiornamenti in vista del voto del 20 dicembre 2015.

Oggi prendiamo come riferimento due sondaggi, pubblicati nei giorni scorsi: uno elaborato da “GAD3” per il quotidiano Abc e l’altro da “Celeste-Tel” per El Diario.

L’indagine settimanale dell’istituto “GAD3” ha registrato un significativo cambiamento di tendenza: il terrorismo è diventato di nuovo il tema in cima alle preoccupazioni dei cittadini spagnoli.

Per questo motivo due maggiori partiti tradizionali hanno visto incrementare le loro quotazioni: più 0,6% per il Partito Popolare e più 0,7% per i Socialisti. I Popolari quindi sarebbero al 28,5% (129 seggi), i Socialisti a 22,8% (con 93 deputati).

A pagare, ovviamente in termini di voti virtuali, sarebbe la formazione di Albert Rivera, Ciudadanos, in calo di un punto e mezzo al 16,4% con “solo” 52 seggi.

Al contrario, a beneficiare dell’attuale situazione sarebbe Podemos, che guadagnerebbe quasi due punti superando il 15% e ottenendo 44 seggi. Sarebbe il miglior risultato del partito di Pablo Igleasis dal luglio scorso. Nei giorni scorsi Podemos ha stretto alleanze con i partiti di sinistra autonomisti come “Compromis” nella regione di Valencia.

In discesa, invece, Izquierda Unida, data al 4,4%.

Vediamo adesso cosa ci dice l’altro sondaggio condotto da “Celeste-Tel”.

Il Partito Popolare sarebbe confermato il partito più votato con 27,1% dei voti, un punto in più rispetto alla scorsa rilevazione di Celeste Tel; mentre i Socialisti, continuerebbero a diminuire, se pur di poco (23,8%).

La lista Ciudadanos, diminuirebbe di un punto, raggiungendo comunque un considerevole 19,5% dei suffragi.

La rilevazione evidenzia come per Podemos continuerebbe l’emorragia di voti con l’11% (a cui però andrebbero aggiunti i voti delle liste di sinistra autonomiste – circa 4%.).

Con tali numeri ecco la distribuzione dei seggi: ai Popolari fra 114 e 118, mentre i Socialisti raggiungerebbero circa 100 deputati. Ciudadanos starebbe fra i 65 e 68 seggi, e, infine, il partito di Pablo Iglesias avrebbe fra i 22 e i 25 deputati.

Ora restano solo altre 3 settimane di campagna elettorale, difficile prevedere come gli eventi di Parigi, la questione sicurezza e lotta al terrorismo internazionale modificheranno il voto degli Spagnoli.

Ancora altissimo il numero degli indecisi: circa il 40%.

A presto per nuovi aggiornamenti.

 

Gianluca

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi