Sondaggi d’America /86 – Il punto sulle elezioni di Midterm di Novembre 2014. Nuove notizie per USA 2016.

Salve amici, rieccoci con la puntata numero 86 dei Sondaggi d’America. In questo post faremo il punto sulle elezioni di midterm, con i nostri nuovi calcoli, che ci accompagneranno fino a Novembre. Inoltre ci sono nuove notizie per le presidenziali del 2016, con i risultati dello straw-poll della CPAC.

Cominciamo dalle elezioni di midterm, e più precisamente dal Senato. I repubblicani quest’anno hanno una storica occasione per poter riprendere il controllo del Senato, perchè ci sono molti seggi democratici che devono essere rinnovati, e una buona parte di questi sono di stati tradizionalmente repubblicani, pensiamo all’Arkansas, Louisiana, Alaska, Montana, South Dakota, West Virginia e North Carolina. Però i repubblicani devono stare attenti a non perdere seggi. Infatti due seggi repubblicani, Kentucky e Georgia, potrebbero andare ai democratici. Ci sono anche altri stati, tendenti ad una parte o all’altra, che potranno essere rimessi in gioco. Questo ha conseguenze sui “casi limite”. I democratici, secondo le previsioni, potrebbero mantenere il controllo del Senato con un risultato di 56-44 (con i 2 indipendenti conteggiati con i democratici), mentre i repubblicani potrebbero guadagnarne il controllo con un risultato di 57-43. Quindi noi pensiamo che il risultato finale, i numeri del Senato, saranno tra questi due casi limite.

Ora introdurremo i nostri calcoli, che si basano sui sondaggi dell’anno corrente. Per molti stati non ci sono dati disponibili e quindi, in questi casi, lo stato verrà collocato in una certa categoria in base alle previsioni di altri autorevoli siti e altri fattori.

In molti casi vedrete più calcoli per lo stesso stato. Infatti in alcuni stati ci sono più candidati per uno stesso partito, e quindi, in attesa delle primarie, inseriremo entrambi i potenziali candidati.

Quando il vantaggio di un candidato sarà inferiore ai 4 punti, lo stato sarà classificato come TOSS-UP. Quando il vantaggio di un candidato sarà compreso tra i 4 punti e gli 8 punti, lo stato sarà classificato come LEAN. Quando il vantaggio di un candidato sarà compreso tra gli 8 punti e i 12 punti, lo stato sarà classificato come LIKELY. Quando il vantaggio di un candidato sarà superiore ai 12 punti, lo stato sarà classificato come SOLID.

DEM SOLID – 7 Seggi

DELAWARE – No Calcolo

ILLINOIS – No Calcolo

MASSACHUSETTS – No Calcolo

NEW JERSEY – No Calcolo

NEW MEXICO – No Calcolo

RHODE ISLAND – No Calcolo

VIRGINIA – Warner (D) 61,2% Gillespie (R) 37,7% Altri 1,1% – Vantaggio Warner (D): 23,5%

DEM LIKELY – 5 Seggi

HAWAII (Elezione Speciale) – No Calcolo

IOWA – Braley (D) 56,1% Ernest (R) 43,2% Altri 0,7% – Vantaggio Braley (D): 12,9%

Braley (D) 54,7% Jacobs (R) 44,5% Altri 0,7% – Vantaggio Braley (D): 10,2%

MINNESOTA – Franken (D) 57% Abeler (R) 43% Altri 0% – Vantaggio Franken (D): 14%

Franken (D) 54,4% Dahlberg (R) 45,6% Altri 0% – Vantaggio Franken (D): 8,8%

Franken (D) 55,6% McFadden (R) 44,4% Altri 0% – Vantaggio Franken (D): 11,2%

Franken (D) 54,4% Ortman (R) 45,6% Altri 0% – Vantaggio Franken (D): 8,8%

NEW HAMPSHIRE – Shaheen (D) 55% Brown (R) 44,6% Altri 0,4% – Vantaggio Shaheen (D): 10,4%

Shaheen (D) 60,7% Smith (R) 39,1% Altri 0,5% – Vantaggio Shaheen (D): 21,6%

OREGON – No Calcolo

DEM LEAN – 0 Seggi

TOSS-UP – 8 Seggi

ALASKA – Sullivan (R) 48% Begich (D) 46,9% Altri 5,2% – Vantaggio Sullivan (R): 1,1%

Begich (D) 48% Treadwell (R) 48% Altri 4% – Parità

Begich (D) 59,6% Miller (R, molto improbabile che vinca primarie) 35,3% Altri 5,1% – Vantaggio Begich (D): 24,3%

ARKANSAS – Cotton (R) 51% Pryor (D) 47,9% Altri 1,1% – Vantaggio Cotton (R): 3,1%

COLORADO – Udall (D) 51,2% Baumgardner (R) 48,8% Altri 0% – Vantaggio Udall (D): 2,4%

Udall (D) 50,6% Gardner (R) 49,4% Altri 0% – Vantaggio Udall (D): 1,2%

Udall (D) 53% Hill 47% Altri 0% – Vantaggio Udall (D): 6%

GEORGIA – Nunn (D) 50,3% Broun (R) 49,7% Altri 0% – Vantaggio Nunn (D): 0,6%

Nunn (D) 51,8% Gingrey (R) 48,2% Altri 0% – Vantaggio Nunn (D): 3,6%

Nunn (D) 52,4% Handel (R) 47,6% Altri 0% – Vantaggio Nunn (D): 4,8%

Nunn (D) 51,5% Kingston (R) 48,5% Altri 0% – Vantaggio Nunn (D): 3%

KENTUCKY – Grimes (D) 49,4% McConnel (R) 49% Altri 1,6% – Vantaggio Grimes (D): 0,4%

LOUISIANA – Cassidy (R) 50,2% Landrieu (D) 48,9% Altri 0,9% – Vantaggio Cassidy (R): 1,3% (In Louisiana si terrà un primo turno e i primi due candidati, presumibilmente Landrieu e Cassidy, si affronteranno in un ballottaggio. I dati riportati sono quelli del ballottaggio.)

MICHIGAN – Peters (D) 50% Land (R) 49,2% Altri 0,8% – Vantaggio Peters (D): 0,8%

NORTH CAROLINA – Hagan (D) 50,7% Tillis (R) 49,1% Altri 0,3% – Vantaggio Hagan (D): 1,6%

Brannon (R) 49,8% Hagan (D) 49,6% Altri 0,6% – Vantaggio Brannon (R): 0,2%

Grant (R) 50,3% Hagan (D) 49,7% Altri 0% – Vantaggio Grant (R): 0,6%

Alexander (R) 52,7% Hagan (D) 47,3% Altri 0% – Vantaggio Alexander (R): 5,4%

Hagan (D) 50,6% Kryn (R) 49,4% Altri 0% – Vantaggio Hagan (D): 1,2%

Hagan (D) 50% Bradshaw (R) 50% Altri 0% – Parità

Snyder (R) 50,6% Hagan (D) 49,4% Altri 0% – Vantaggio Synder (R): 1,2%

REP LEAN – 0 Seggi

REP LIKELY – 1 Seggio

WEST VIRGINIA – Moore Capito (R) 54,6% Tennant (D) 43,1% Altri 2,3% – Vantaggio Moore Capito (R): 11,5%

REP SOLID – 15 Seggi

ALABAMA – No Calcolo

IDAHO – No Calcolo

KANSAS – Roberts (R) 60% Taylor (D) 40% Altri 0% – Vantaggio Roberts (R): 20%

MAINE – No Calcolo

MISSISSIPPI – No Calcolo

MONTANA – Daines (R) 59,7% Walsh (D) 40,3% Altri 0% – Vantaggio Daines (R): 19,4%

NEBRASKA – No Calcolo

OKLAHOMA – No Calcolo

OKLAHOMA (Elezione Speciale) – No Calcolo

SOUTH CAROLINA – No Calcolo

SOUTH CAROLINA (Elezione Speciale) – No Calcolo

SOUTH DAKOTA – No Calcolo

TENNESSEE – No Calcolo

TEXAS – No Calcolo

WYOMING – No Calcolo

Ora i dati rappresentati sotto forma di mappa.

2

DEMOCRATICI 46 Seggi (compresi i 2 Seggi degli Indipendenti)

REPUBBLICANI 46 Seggi

TOSS-UP 8 Seggi

Seggi necessari per la maggioranza: 51. 50 seggi per i democratici, in quanto in caso di parità conta il voto del Vice Presidente Biden.

Ora la mappa senza gli stati TOSS-UP.

3

DEMOCRATICI 50 Seggi (compresi i 2 Seggi degli Indipendenti)

REPUBBLICANI 50 Seggi

Seggi necessari per la maggioranza: 51. 50 seggi per i democratici, in quanto in caso di parità conta il voto del Vice Presidente Biden.

Ora invece ci occuperemo delle elezioni per i governatori. Anche qui, per la classificazione degli stati, contano le regole già esposte per il Senato.

DEM SOLID – 7 Stati

CALIFORNIA – No Calcolo

MASSACHUSETTS – Coakley (D) 55,1% Baker (R) 39,7% Altri 5,2% – Vantaggio Coakley (D): 15,4%

MINNESOTA – Dayton (D) 62,7% Farnsworth (R) 37,3% Altri 0% – Vantaggio Dayton (D): 25,4%

Dayton (D) 61,6% Honour (R) 38,4% Altri 0% – Vantaggio Dayton (D): 23,2%

Dayton (D) 60,5% Johnson (R) 39,5% Altri 0% – Vantaggio Dayton (D): 21%

Dayton (D) 60% Seifert (R) 40% Altri 0% – Vantaggio Dayton (D): 20%

Dayton (D) 62,3% Thompson (R) 37,7% Altri 0% – Vantaggio Dayton (D): 24,6%

Dayton (D) 62,6% Zellers (R) 37,4% Altri 0% – Vantaggio Dayton (D): 25,2%

NEW HAMPSHIRE – Hassan (D) 68,7% Hemingway (R) 30,7% Altri 0,6% – Vantaggio Hassan (D): 38%

Hassan (D) 67,9% Binnie (R) 32,1% Altri 0% – Vantaggio Hassan (D): 35,8%

Hassan (D) 65% Gatsas (R) 34,9% Altri 0,1% – Vantaggio Hassan (D): 30,1%

Hassan (D) 71,2% Lambert (R) 28,8% Altri 0% – Vantaggio Hassan (D): 42,4%

Hassan (D) 70,7% Morse (R) 29,3% Altri 0% – Vantaggio Hassan (D): 41,4%

NEW YORK – Cuomo (D) 71,1% Astorino (R) 28% Altri 0,9% – Vantaggio Cuomo (D): 43,1%

OREGON – No Calcolo

VERMONT – No Calcolo

DEM LIKELY – 5 Stati

COLORADO – Hickenlooper (D) 52,6% Tancredo (R) 41,9% Altri 5,5% – Vantaggio Hickenlooper (D): 10,7%

Hickenlooper (D) 50,7% Brophy (R) 39,9% Altri 9,4% – Vantaggio Hickenlooper (D): 10,8%

Hickenlooper (D) 49% Gessler (R) 42,3% Altri 8,7% – Vantaggio Hickenlooper (D): 6,7%

Hickenlooper (D) 54% Kopp (R) 43,7% Altri 2,3% – Vantaggio Hickenlooper (D): 10,3%

HAWAII – No Calcolo

MARYLAND – No Calcolo

PENNSYLVANIA – Wolf (D) 60,3% Corbett (R) 38,6% Altri 1,1% – Vantaggio Wolf (D): 21,7%

Schwartz (D) 51,9% Corbett (R) 44,9% Altri 3,4% – Vantaggio Schwartz (D): 7%

RHODE ISLAND – No Calcolo

DEM LEAN – 2 Stati

FLORIDA – Crist (D) 52,4% Scott (R) 46% Altri 1,6% – Vantaggio Crist (D): 6,4%

MAINE – Michaud (D) 43,4% LePage (R) 38,8% Altri 17,8% – Vantaggio Michaud (D): 4,6%

TOSS-UP – 7 Stati

ARIZONA – Bennett (R) 51,7% DuVal (D) 46,3% Altri 2% – Vantaggio Bennett (R): 5,4%

DuVal (D) 52,9% Jones (R) 47,1% Altri 0% – Vantaggio DuVal (D): 5,8%

ARKANSAS – Ross (D) 50% Hutchinson (R) 49,5% Altri 0,5% – Vantaggio Ross (D): 0,5%

CONNECTICUT – Malloy (D) 49,4% Foley (R) 49,4% Altri 1,2% – Parità

GEORGIA – Carter (D) 50,1% Deal (R) 49,9% Altri 0% – Vantaggio Carter (D): 0,2%

KANSAS – Davis (D) 50,8% Brownback(R) 49,2% Altri 0% – Vantaggio Davis (D): 1,6%

MICHIGAN – Synder (R) 51,7% Schauer (D) 48,3% Altri 0% – Vantaggio Synder (R): 3,4%

WISCONSIN – Walker (R) 47,5% Burke (D) 47,3% Altri 5,2% – Vantaggio Walker (R): 0,2%

REP LEAN – 2 Stati

OHIO – Kasich (R) 52,4% FitzGerald (D) 46,3% Altri 1,2% – Vantaggio Kasich (R): 6,1%

SOUTH CAROLINA – No Calcolo

REP LIKELY – 3 Stati

ILLINOIS – Rauner (R) 54,6% Quinn (D) 45,4% Altri 0% – Vantaggio Rauner (R): 9,2%

Brady (R) 55,2% Quinn (D) 44,8% Altri 0% – Vantaggio Brady (R): 10,4%

Dillard (R) 55,4% Quinn (D) 44,6% Altri 0% – Vantaggio Dillard (R): 10,8%

NEBRASKA – No Calcolo

NEW MEXICO – No Calcolo

REP SOLID – 10 Stati

ALABAMA – No Calcolo

ALASKA – Parnell (R) 48,2% Mallott (D) 29,4% Altri 22,4% – Vantaggio Parnell (R): 18,8%

IDAHO – No Calcolo

IOWA – Branstad (R) 56,9% Hatch (D) 42,1% Altri 1% – Vantaggio Branstad (R): 14,8%

NEVADA – No Calcolo

OKLAHOMA – No Calcolo

SOUTH DAKOTA – Daugaard (R) 69,2% Lowe 25,3% Altri 5,5% – Vantaggio Daugaard (R): 43,9%

TENNESSEE – No Calcolo

TEXAS – Abbott (R) 55,9% Davis (D) 43,2% Altri 1% – Vantaggio Abbott (R): 12,7%

WYOMING – No Calcolo

Ora i dati rappresentati sotto forma di mappa.4

DEMOCRATICI 21 Stati

REPUBBLICANI 22 Stati

TOSS-UP 7 Stati

Ora la mappa senza gli stati TOSS-UP.5

DEMOCRATICI 25 Stati

REPUBBLICANI 25 Stati

Infine, una piccola parentesi sulle presidenziali del 2016. Pochi giorni fa si è tenuta la CPAC (Conferenza Politica di Azione Conservatrice) in cui i big del Partito Repubblicano, inclusi i potenziali candidati nel 2016, hanno esposto le proprie tesi.

I discorsi più apprezzati sono stati quelli di Rand Paul, che ha vinto lo straw-poll, Ted Cruz (arrivato secondo), Chris Christie (che ha riaffermato le sue credenziali conservatrici. L’anno scorso non era stato invitato) e del chirurgo Ben Carson, che è arrivato terzo.

Delusione per Rubio, che subisce un vero e proprio tracollo, e Ryan. Walker, che non è intervenuto, ha ottenuto un buon risultato nello straw-poll.

Ora un confronto con i risultati del 2013.

6

 

Vi invitiamo a seguirci su twitter, con il nostro account, che vi aggiornerà su tutte le notizie sulle elezioni di midterm, presidenziali e in generale sulla politica americana.

twitter.com/KriAmerica

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi