Sondaggi d’America /113 – Clinton la migliore nel dibattito, Biden non si candida. I dem Webb e Chafee si ritirano. Stanotte elezioni in Louisiana.

Salve amici. In questo post ci occuperemo delle primarie democratiche e, visto il grande numero di novità, andremo per ordine temporale.

CNNDEBATE

Il primo dibattito democratico si è tenuto il 13 ottobre. Hillary Clinton è stata la migliore del dibattito. Nella norma Sanders, che però ha fornito un assist clamoroso alla Clinton, difendendola sulla storia dello scandalo per le sue email private inviate dal server del Dipartimento di Stato, dicendo che gli americani si sono stufati delle storie sulle sue “maledette email”. Bene O’Malley, che però non è aumentato nei sondaggi post-dibattito. Invece Hillary Clinton è uscita bene dal dibattito, riguadagnando il vantaggio in Iowa e tornando alla pari con Sanders in New Hampshire.

WEBB

Pochi giorni dopo il dibattito, l’ex Senatore della Virginia Jim Webb, esponente dell’area moderata del partito, criticato tra la base democratica per le sue posizioni a favore del diritto di conservare armi, ha deciso di ritirarsi dalle primarie, criticando la gestione del dibattito della CNN, ritenuta imparziale. Inoltre Webb ha manifestato perplessità sulle sue affinità con i democratici ed ha annunciato di voler esplorare una candidatura come indipendente.

BIDEN2

Poi è toccato a Joe Biden che, in un discorso dal Giardino delle Rose alla presenza di sua moglie e del Presidente Obama, ha annunciato di non volersi candidare. Ma Biden ha espresso rammarico per la sua non candidatura, ammettendo che ormai era troppo tardi per montare una campagna vincente. Biden ha inoltre affermato che nonostante la mancata candidatura, lui non sarà in silenzio e proverà ad influenzare il dibattito nel suo partito. Quindi potremmo dire che Biden voleva candidarsi ma è stato fermato dai tempi oramai molto stretti.

E’ proprio notizia di ieri che anche Lincoln Chafee, ex Governatore e Senatore del Rhode Island, si è ritirato dalle primarie democratiche. Le cause sono semplici: mancanza di fondi, mancanza di visibilità ed una performance non buona nel dibattito.

Ora sono rimasti soltanto Hillary Clinton, Bernie Sanders, Martin O’Malley e Larry Lessig (che non è riuscito a qualificarsi per il dibattito per il mancato raggiungimento dell’1% in almeno un sondaggio) a contendersi la nomination democratica. Con Biden fuori dai giochi, Hillary è molto avvantaggiata. Un sondaggio Quinnipiac dell’Iowa mostra un vantaggio di ben 11 punti per l’ex Segretario di Stato. Un sondaggio Selzer dell’Iowa assegna alla Clinton un vantaggio di 7 punti su Sanders.

Facendo la media degli ultimi 5 sondaggi del New Hampshire, Hillary Clinton e Bernie Sanders ottengono la stessa percentuale: 39%. Prima del dibattito, Sanders era avanti sulla Clinton di oltre 10 punti percentuali.

LA

Stanotte si terrà l’elezione per il Governatore della Louisiana. Se, come previsto, nessuno supererà il 50% + 1 dei voti, il 21 novembre si terrà un ballottaggio tra i 2 candidati più votati.

I candidati sono:

David Vitter, Senatore per la Louisiana.

Scott Angelle, ex Governatore Luogotenente della Louisiana.

Jay Dardenne, Governatore Luogotenente della Louisiana.

John Bel Edwards, Leader della minoranza nella Camera dei Rappresentanti della Louisiana.

Il Senatore degli Stati Uniti per la Louisiana David Vitter (repubblicano) si è candidato per l’elezione del Governatore. Inizialmente sembrava imbattibile, ma in questi ultimi giorni di campagna elettorale è scoppiato uno scandalo dopo le rivelazioni di una donna, presunta amante di Vitter, il quale le avrebbe chiesto di abortire il figlio nato da questa relazione.

Fare una previsione è difficile, visto l’esiguo numero di sondaggi e possibili effetti dello scandalo. Il margine di errore è molto alto, però ci proveremo, inserendo delle forchette:

John Bel Edwards (D) 34% – 38%

David Vitter (R) 29% – 33%

Scott Angelle (R) 15% – 19%

Jay Dardenne (R) 13% – 17%

Per oggi è tutto. Vi invitiamo a seguire il nostro account twitter.com/KriAmerica che vi terrà aggiornati su dibattito, sondaggi e molto altro.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi