Voci dal Conclave – Diocesi della Puglia: l’ex arcivescovo di Bari verso la conquista della regione, seguito dal porporato sostenuto dal Movimento dei fedeli

Ancora fitto è il silenzio sui sondaggi, ma per fortuna possiamo dilettarci con le interessanti indiscrezioni sul turno di votazioni che questa domenica coinvolgeranno ben 7 regioni ecclesiastiche.

Il nostro viaggio fa tappa in Puglia, una fra le più popolose fra le regioni al voto, grazie ai conteggi riservatissimi di un noto centro di studi religiosi con sede a Trieste di cui siamo venuti a conoscenza in queste ore.

Prima di tutto, un riepilogo delle forze in campo:

L’ex arcivescovo di Bari, per ben dieci anni a capo della diocesi di San Nicola, uomo massiccio e con un passato da magistrato del Sant’Uffizio

Il giovane ma determinatissimo esponente del Movimento dei fedeli, formazione ecclesiale capeggiata dallo spumeggiante – e riccioluto – camerlengo genovese

L’ex capo della diocesi provinciale barese, che un tempo si pensava potesse essere il candidato unico dell’intero schieramento conservatore, ma che è invece sostenuto soltanto dalla fazione devota all’Arcangelo Raffaele (che – ricordiamo – è il patrono di giovani, viandanti e profughi)

L’agguerrita consorella leccese, che dopo tanti incarichi anche nella Curia romana torna alla carica nella sua regione d’origine, appoggiata dai fedelissimi dell’anziano cardinale brianzolo, ma non dalla Congregazione dei fratelli di sorella Giorgina, alla quale pure formalmente apparterrebbe.

La situazione è fluida, ma i conteggi che ci sono stati riferiti parlano di una partita davvero senza storia: si sarebbero infatti promessi all’ex magistrato del Sant’Uffizio barese ben 41 prelati provenienti da tutta la Regione, mentre in seconda posizione – un po’ a sorpresa – si troverebbe il candidato sostenuto dal camerlengo genovese, sul cui stemma cardinalizio – come è noto – rilucono cinque stelle, a quota 22; appena dietro, poi, ecco il seguace dell’Arcangelo, capace di raccogliere 20 preferenze nette, mentre la consorella leccese non ne otterrebbe più di 14.

 

Fonte: http://www.youtrend.it/

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi