Amministrative 2016: il voto nelle città/3

Amministrative 2016: Gli schieramenti e le nostre previsioni

SALERNO: Il sindaco uscente, l’attuale governatore Vincenzo De Luca, lascia dopo ben quattro mandati (non consecutivi). La scelta del suo successore è caduta sul vice-sindaco, Vincenzo Napoli, che corre con sei liste: Progressisti Per Salerno, Campania Libera, Salerno Dei Giovani, Moderati Per Salerno, Psi, Davvero Verdi. 

Il centrodestra si è diviso tra l’ex-consigliere di Fratelli D’Italia, Roberto Celanoappoggiato da Forza Italia, Celano Sindaco, Attiva Salerno, Rivoluzione Cristiana, e il presidente della provincia Antonio Iannone, con Fratelli D’Italia. 

Il MoVimento5Stelle non si presenta per contrasti interni, ma il vincitore delle comunarie, Dante Santoroha deciso di candidarsi comunque con tre liste: Vince Salerno, Salerno In Movimento, Giovani Salernitani. 

A sinistra, è presente anche Giampaolo Lambiase, ex assessore provinciale del PD, con la civica Salerno Di Tutti.

Ecco gli altri candidati nelle elezioni amministrative di Salerno: Antonio Cammarota (La nostra Libertà, Cammarota Sindaco), Gianluigi Cassandra (Io Amo Salerno Cassandra Sindaco, Gianluigi Cassandra Sindaco x Salerno), Giuseppe Amodio (Salerno Ai Salernitani), Raffaele Adinolfi (Popolo Della Famiglia, Salerno Per Adinolfi Con La Dc), Marco Falvella (Popolo D’Italia)

PRONOSTICO BIDIMEDIA: PD SOLID

 

CASERTA: Il comune è commissariato dopo la caduta della giunta presieduta dal sindaco forzista Pio Del Gaudio, che ha dichiarato il dissesto finanziario dell’ente. Il Partito Democratico si avvia verso una vittoria netta già al primo turno; numerosi infatti sono stati i passaggi di consiglieri e assessori della passata consiliatura nelle liste dell’avvocato Carlo Marino (lui stesso con trascorsi in Forza Italia). Le liste sono in tutto nove: Partito Democratico, Democratici Per Caserta, Caserta Popolare, Centro Democratico, Psi – Alleanza Riformista, Lista Pro Caserta – Verdi, Terra Libera, Energie Casertane, Sud Indipendente. 

Il centrodestra dopo molti tentennamenti ha deciso di puntare sul presidente della provincia Riccardo Ventre, sostenuto da quattro liste: Forza Italia, Fratelli D’Italia, Primavera Casertana – Cittadini, Caserta Nel Cuore.

Il MoVimento5Stelle non presenta alcuna lista. 

Ecco gli altri candidati nelle elezioni amministrative di Caserta: Aniello Spirito (Uniti Per Caserta), Vincenzo Bove (Città Futura), Enrico Trapassi (Noi Con Salvini), Francesco Apperti (Speranza Per Caserta, Mo C’è Speranza), Gianfausto Iarrobino (Quarto Polo Casert, Kest’è, Caserta In Comune)

PRONOSTICO BIDIMEDIA: PD SOLID

 

BENEVENTO: Il sindaco uscente Fausto Pepe è al secondo mandato e non può ricandidarsi. Le primarie del Partito Democratico sono state vinte dal vice-sindaco Raffaele Del Vecchioche ha battuto l’assessore ai lavori pubblici Cosimo Lepore. Ottima l’affluenza, ha votato oltre il 20% degli aventi diritto. Ben sette le liste a sostegno: Partito Democratico, Lealtà Per Benevento (il gruppo che fa direttamente riferimento al sindaco uscente), Del Vecchio Sindaco, Ncd – Benevento Popolare, Benevento Al Centro, Psi – Alleanza Riformista, Insieme (che comprende in un’unica lista Scelta Civica, Italia Dei Valori e Verdi)

Il centrodestra propone una vecchia gloria della politica locale e nazionale, l’ex-guardasigilli del governo Prodi Clemente Mastella, con una coalizione di quattro liste (Forza Italia, UdC, Lista Mastella – Mastella Sindaco, Noi Sanniti Per Mastella), ma deve subire la concorrenza agguerrita dell’ex-capogruppo forzista Raffaele Tibaldi, con il suo Polo Civico, e del civico Gianfranco Uccicon la lista #LaCittàDiTutti, appoggiata dall’ex-senatore e sindaco della città Pasquale Viespoli. 

Il MoVimento5Stelle candida Marianna Farese, docente di economia presso l’Istituto Lombardi di Airola, e potrebbe essere la vera sorpresa in città.

Ecco gli altri candidati nelle elezioni amministrative di Benevento: Vittoria Principe (Sfidiamoli), Federica De Nigris (FabBene)

PRONOSTICO BIDIMEDIA: PD LEANING

 

BRINDISI: La città torna al voto dopo il commissariamento seguito all’arresto del sindaco Cosimo Consales, ex-pd, accusato di corruzione, concussione e abuso d’ufficio nell’ambito di un’inchiesta sulla gestione dei rifiuti. Il segretario regionale del Partito Democratico, il governatore Michele Emiliano, ha imposto la candidatura dell’imprenditore Nando Marino, presidente dell’Enel Basket, con un passato nel Movimento Sociale Italiano. Sono sette le liste a sostegno, dove non mancano numerosi consiglieri e assessori delle passate giunte di centrodestra guidate dai sindaci Antonino e Mennetti: Partito Democratico, Nando Marino Sindaco, UdC, Ncd – Brindisi Popolare, La Puglia In Più, Cantiere Giovani, Brindisi Rinasce.

L’avversaria più temibile in vista del ballottaggio sembra essere l’avvocatessa Angela Carluccio, sostenuta da una coalizione piuttosto eterogenea, formata da Conservatori E Riformisti, il partito del senatore Raffaele Fitto, Brindisi Prima Di Tutto, Noi Centro, la civica del noto imprenditore ed ex-presidente della provincia Massimo Ferrarese, Democratici Per Brindisi, che comprende i consiglieri ex-pd vicini al sindaco uscente Consales, e  i socialisti di Impegno Sociale. 

Il centrodestra “ufficiale” presenta l’avvocato Nicola Massari, ex-presidente del consiglio provinciale dell’Italia dei Valori, con tre liste: Forza Italia, Fratelli D’Italia, Federazione Popolare, Viva Brindisi

La sinistra radicale si è ricompattata attorno alla “Rivoluzione delle Formiche” dell’ingegnere Riccardo Rossi, ex-sindacalista, attivo nei comitati “Acqua Bene Comune” e “No Carbone”. Due liste a sostegno: Brindisi Bene Comune, Sinistra Per Brindisi 

Il MoVimento5Stelle è riuscito dopo qualche tensione interna a presentare la sua lista che appoggia l’attivista No Carbone Stefano Alparone.

Ecco gli altri candidati nelle elezioni amministrative di Brindisi: Simona Pino D’Astore (Brindisi Piazza Pulita, Un’Amica In Comune, Brindisi Nazione)

PRONOSTICO BIDIMEDIA: PD LEANING

 

ISERNIA: Si torna al voto dopo la crisi politica che ha portato alla bocciatura del bilancio e alle dimissioni del sindaco Luigi Brasiello (PD). Il Partito Democratico ha celebrato le primarie, dove ha prevalso l’avvocatessa Rita Formichelli, neofita della politica (sostenuta anche dall’ex-pm di Mani Pulite Antonio Di Pietro). Buona l’affluenza con oltre duemila persone che si sono recate ai seggi. Saranno tre le liste a supporto: Partito Democratico, Isernia Prima Di Tutto, Città nuova. Ha deciso invece di non convergere su di lei l’imprenditore Cosmo Tedeschi, della direzione regionale del partito, che si presenta con ben sei liste: Progetto Per Isernia, Officina Delle Idee Per Isernia, Isernia Civica Tedeschi Sindaco, Uniamoci Per Isernia, UdC, Popolari Per Isernia.

Grande confusione anche nel centrodestra con altri due candidati; il presidente della provincia Gabriele Melogli, appoggiato da Forza Italia, Melogli Sindaco, Alleanza Per Il Futuro Melogli Sindaco, Italia In Comune – Isernia Unica, Noi Con Salvini, e il generale Giacomo D’Apolloniosostenuto da Fratelli D’Italia, Insieme Per Il Molise (la lista dell’ex-governatore Iorio) e Isernia In Comune. 

Il MoVimento5stelle candida l’attivista della prima ora Mino Bottiglieri.

Ecco gli altri candidati nelle elezioni amministrative di Isernia: Sara Ferri (Sinistra Per Sara Ferri), Emilio Izzo (Isernia Domani), Stefano Testa (Persone E Idee Per Isernia), Lucio Pastore (Pensiero Libero)

PRONOSTICO BIDIMEDIA: TOSS-UP

 

JULIO

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi