Sondaggi d’America /144 – Stanotte si vota in 5 stati, test cruciale per Rubio (Florida) e Kasich (Ohio). Cruz vince in Wyoming, Rubio si aggiudica il DC.

Salve amici. Oggi ci occuperemo dei risultati degli stati che hanno votato il 12 marzo e delle previsioni su quelli chiamati al voto stanotte.

Cominciamo dai repubblicani. Cruz si è aggiudicato il voto in Wyoming, con ampio margine su Rubio e Trump. Rubio ha battuto di poco Kasich nel Distretto di Columbia (Washington), dominato dai moderati. Inoltre si sono tenute consultazioni nel territorio di Guam: un delegato è andato a Cruz, i rimanenti 5 delegati non saranno allocati a nessun candidato (uncommitted).

DISTRETTO DI COLUMBIA:

DCR

Risultati per contea:

DC-R

WYOMING:

WYR

Risultati per contea:

WY-R

Ora un riepilogo sui delegati:

rieprep

delegatirep

Trump ha vinto più del 42% dei delegati assegnati fino ad ora ma per raggiungere il numero necessario di delegati per vincere la nomination (1237) deve guadagnare il 56% dei delegati rimanenti.

calcolodelrep

Passiamo alle previsioni sugli stati chiamati al voto stanotte.

Test cruciale per Marco Rubio, il quale ha puntato tutto sulla sua Florida, dove è però distanziato di molti punti da Donald Trump e secondo alcuni sondaggi rischia addirittura di subire il sorpasso del suo collega Ted Cruz. Se non dovesse vincere in Florida, la sua campagna sarà finita. Rubio a quel punto potrebbe decidere di ritirarsi dalla corsa, visto che la sua candidatura potrebbe togliere voti importanti agli altri candidati in corsa e favorire Trump.

E’ un test cruciale anche per John Kasich, che ha puntato tutto sullo stato di cui è governatore, l’Ohio. Negli ultimi sondaggi sembra aver effettuato il sorpasso su Trump ma ci aspettiamo comunque una sfida molto combattuta. Questa sfida è cruciale per fermare Trump tanto che anche Mitt Romney ha deciso di fare campagna elettorale per Kasich, pur non appoggiandolo ufficialmente. In caso di vittoria di Kasich in Ohio e di sconfitta di Rubio in Florida, il governatore potrebbe diventare il candidato dell’establishment e la sfida per la nomination potrebbe trasformarsi in Trump vs. Cruz vs. Kasich, con l’unico obiettivo possibile di non far raggiungere 1237 delegati a Trump.

Giornata importante anche per il frontrunner Donald Trump, che sembra sicuro di vincere in Florida e North Carolina. Molto probabile una vittoria in Illinois (dove però Cruz sta riducendo il gap). Si prospetta una battaglia con Cruz in Missouri ed una con Kasich in Ohio. In caso (improbabile ma non impossibile) di vittoria in tutti gli stati chiamati al voto, il frontrunner potrebbe infliggere un colpo molto pesante ai suoi avversari.

Test importante anche per Ted Cruz, il quale punta a vincere in Missouri e a sorpendere in North Carolina e Illinois, in modo da rinforzare il suo status di anti-Trump. I numeri sembrano dargli ragione: è secondo nella conta dei delegati con ampio vantaggio su Rubio e Kasich.

FLORIDA (orario italiano chiusura seggi: dalle 01:00 alle 02:00) – 99 delegati da ripartire.

I 99 delegati verranno assegnati interamente al vincitore.

Trump continua ad ampliare il suo vantaggio su Rubio.

FLR

ILLINOIS (orario italiano chiusura seggi: 02:00) – 69 delegati da ripartire.

15 delegati verranno assegnati al vincitore, mentre i rimamenti 54 verranno allocati dai distretti congressuali tramite una sorta di elezione indiretta: gli elettori voteranno non per un candidato ma per dei delegati che però sosterranno un certo candidato.

Trump rimane in testa, anche se Cruz guadagna qualcosa.

ILR

MISSOURI (orario italiano chiusura seggi: 02:00)– 52 delegati da ripartire.

Se un candidato otterrà più del 50% + 1 dei voti, allora a quel candidato verranno assegnati tutti i 52 delegati. Altrimenti, 12 delegati andranno al vincitore a livello statale e 5 delegati andranno al vincitore di ogni distretto (ci sono 8 distretti).

In Missouri si profila una sfida Trump-Cruz per la vittoria. La nostra previsione si basa su un solo sondaggio. Ad oggi, una vittoria di Cruz è ritenuta più probabile di una vittoria di Trump.

MOR

NORTH CAROLINA (orario italiano chiusura seggi: 01:30) – 72 delegati da ripartire.

I 72 delegati saranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia dell’1,4%.

Trump rimane avanti nella nostra previsione.

NCR

OHIO (orario italiano chiusura seggi: 01:30) – 66 delegati da ripartire.

I 66 delegati verranno assegnati interamente al vincitore.

Negli ultimissimi giorni Kasich ha guadagnato punti nei sondaggi ed è tornato in testa nel suo home-state. Questo aumento di Kasich è proporzionale al netto calo di consensi per Rubio, i cui elettori sceglieranno strategicamente Kasich in modo da fermare Trump.

OHR

Questo è un riepilogo delle nostre previsioni sui delegati:

repriep

Passiamo a delle simulazioni sui delegati:

Il migliore scenario possibile per Trump: vittorie in tutti gli stati chiamati al voto. Con delle vittorie in tutti gli stati, Trump si porterebbe ad almeno 547 delegati (senza contare i delegati dei distretti di Illinois e Missouri che andrebbero per la maggior parte a lui, aumentando il suo bottino) dal numero magico di 1237 e soprattutto guadagnerebbe molto momentum.

trumpbest

Il peggiore scenario possibile per Trump: sconfitte in tutti gli stati chiamati al voto, cioè vittoria di Kasich in Ohio, di Rubio in Florida e di Cruz nei rimanenti stati. Tale scenario vorrebbe dire meno delegati per Trump, ma allo stesso tempo darebbe a tutti i rimamenti 3 candidati una motivazione per rimanere in corsa, aumentando la frammentazione del fronte anti-Trump.

trumpworst

In mattinata si sono tenute le consultazioni repubblicane nel territorio delle Northern Mariana Islands. Trump ha vinto con il 73% dei voti, seguito da Cruz (24%), Kasich (2%) e Rubio (1%). Trump ha guadagnato 9 delegati (non ancora inclusi nel conteggio precedente).

Passiamo ai democratici, cominciando con i risultati delle primarie del 12 marzo. La Clinton ha vinto nel territorio delle Northern Mariana Islands, guadagnando 4 delegati.

NORTHERN MARIANA ISLANDS:

NMI-D

Passiamo alle previsioni sugli stati chiamati al voto stanotte:

La Clinton, secondo le nostre previsioni, rimane avanti in tutti gli stati chiamati al voto ma Sanders sta riducendo lo svantaggio in Ohio e specialmente in Illinois e Missouri. Quindi potremmo passare da un 5-0 a favore della Clinton a un 3-2 a favore di Sanders. Ma anche se Sanders dovesse vincere in 3 stati, alla fine la Clinton rimarrebbe avanti nel conteggio dei delegati: le eventuali vittorie di Sanders saranno molto risicate e il sistema proporzionale di distribuzione dei delegati aiuterà la Clinton a limitare di molto i danni in questi stati, mentre le vittorie della Clinton in Florida e North Carolina dovrebbero essere nette e il sistema proporzionale le permetterà di guadagnare molti delegati. Quindi, alla fine della serata, Sanders potrebbe trovarsi indietro sul piano dei delegati vinti nonostante una vittoria per 3 a 2 sul piano degli stati.

FLORIDA (orario italiano chiusura seggi: dalle 01:00 alle 02:00) – 214 delegati da ripartire.

74 delegati dello stato verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

140 delegati dei distretti congressuali (minimo 3, massimo 8 per ogni distretto) verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

La Clinton rimane nettamente in testa in questo stato.

FLD

ILLINOIS (orario italiano chiusura seggi: 02:00) – 156 delegati da ripartire.

54 delegati dello stato verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

102 delegati dei distretti congressuali (minimo 4, massimo 9 per ogni distretto) verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

Nel post precedente vi avevamo detto che Sanders, sotto il 30% in Illinois, avrebbe sicuramente recuperato sulla Clinton nello stato. Ebbene, non ha soltanto recuperato ma è arrivato ad insidiare la Clinton per la vittoria. Molto interessante il fatto che Sanders sta facendo meglio in Illinois che in Ohio. In Ohio ci sono meno elettori appartenenti alle minoranze (che favoriscono di molto la Clinton) e caratteristiche molto simili al Michigan, dove Sanders ha sorpreso tutti. Entrambi potrebbero vincere in Illinois: una vittoria di Sanders nello stato del Presidente Obama potrebbe significare molto per la campagna del senatore del Vermont.

ILD

MISSOURI (orario italiano chiusura seggi: 02:00) – 71 delegati da ripartire.

24 delegati dello stato verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

47 delegati dei distretti congressuali (minimo 4, massimo 10 per ogni distretto) verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

Stato molto amichevole a Sanders, parte di quel Midwest populista che gli ha regalato tante vittorie. Sanders ha guadagnato punti rispetto all’ultimo aggiornamento. Entrambi potrebbero vincere in questo stato, ma Sanders sembra avere il momentum necessario per potercela fare.

MOD

NORTH CAROLINA (orario italiano chiusura seggi: 01:30) – 107 delegati da ripartire.

37 delegati dello stato verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

70 delegati dei distretti congressuali (minimo 4, massimo 8 per ogni distretto) verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

La Clinton rimane nettamente la favorita in questo stato.

NCD

OHIO (orario italiano chiusura seggi: 01:30) – 143 delegati da ripartire.

50 delegati dello stato verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

93 delegati dei distretti congressuali (minimo 4, massimo 17 per ogni disretto) verranno ripartiti proporzionalmente tra i candidati con soglia del 15%.

Sanders recupera in Ohio, ma rimane a 9 punti di distanza dalla Clinton. L’Ohio è uno stato molto simile al Michigan e sorprende molti vedere Sanders fare meglio in Illinois che in Ohio. Sanders potrebbe anche vincere, ma la Clinton rimane la favorita.

OHD

Un riepilogo sulla nostra previsione sui delegati:

demriep

Per oggi è tutto. Torneremo ad aggiornarvi nel fine settimana con i risultati degli stati che voteranno stanotte e con nuove previsioni.

Vi invitiamo a seguire il nostro account twitter.com/BidimediaUSA che vi terrà aggiornati con risultati, sondaggi, notizie e molto altro.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi