Sondaggi d’America /114 – Stanotte il terzo dibattito repubblicano. Carson passa avanti a Trump in Iowa ed in un sondaggio nazionale.

Stanotte si terranno due dibattiti tra i candidati repubblicani sulla CNBC, incentrati entrambi sull’economia.

cnbcdebate2

Come nei precedenti dibattiti, anche questa volta i candidati sono stati divisi in 2 gruppi: nel primo ci sono i candidati che hanno ricevuto una percentuale maggiore al 2,5% nella media dei sondaggi. Essi sono Donald Trump, Ben Carson, Marco Rubio, Jeb Bush, Carly Fiorina, Ted Cruz, Mike Huckabee, Chris Christie, John Kasich e Rand Paul.

Nel secondo gruppo ci sono i candidati che hanno ricevuto una percentuale inferiore al 2,5% nella media dei sondaggi ma che hanno ottenuto almeno l’1% in un sondaggio. Essi sono Rick Santorum, Bobby Jindal, George Pataki e Lindsey Graham. Jim Gilmore non è riuscito a qualificarsi per questo dibattito.

Gli ultimi sondaggi della vigilia danno Ben Carson in grande spolvero. Negli ultimi 4 poll su 5 relativi all’Iowa, Carson è avanti su Trump. Nell’altro sondaggio è alla pari con il magnate.

Per Selzer, considerato il miglior sondaggista dell’Iowa, Carson è al 28%, Trump al 19%. Loras assegna al neurochirurgo il 31% contro il 19% di Trump. Per Quinnipiac Carson è avanti 28% a 20%. Per Monmouth il margine è addirittura più grande: 32% per Carson, 18% per Trump. La CBS mostra invece una parità tra i candidati, fermi al 27%.

ben-don

Ma a fare più scalpore è l’ultimo sondaggio nazionale della CBS, che assegna a Carson un vantaggio di 4 punti su Trump. Secondo questo Carson è al 26%, Trump segue al 22%. Non riescono ad andare in doppia cifra Rubio e Bush, fermi rispettivamente all’8% e al 7%. Appaiata a Bush è Carly Fiorina, che ottiene il 7%.

Questo dibattito sarà molto importante per i vari candidati. Sarà Ben Carson in grado di confermare ed invigorire il suo “momentum” e a rimanere in testa nei prossimi sondaggi? Sarà Donald Trump in grado di arginare il momentum del neurochirurgo e riguadagnare visibilità?

Dibattito molto importante anche per Marco Rubio, che punta a divenire definitivamente il candidato dell’establishment, inizialmente schierato con Jeb Bush, la cui campagna sta però avendo molti problemi logistici. Sarà Bush in grado di invertire il trend oppure sarà l’inizio della fine per lui?

Anche Carly Fiorina è calata molto rispetto ai primissimi sondaggi post-dibattito. Per riguadagnare consensi sarà necessaria una buonissima prestazione stasera.

Ted Cruz rimane tra i candidati più attivi in Iowa, pronto a guadagnare voti in caso di calo di Trump e/o di Carson. Mike Huckabee deve riguadagnare visibilità, così come John Kasich. Prova del nove anche per Chris Christie, che dovrà affrontare e sconfiggere gli altri candidati, specialmente quelli dell’establishment, se vuole guadagnare posizioni importanti.

Ci sarà qualcuno nel dibattito tra Jindal, Santorum, Pataki e Graham in grado di emergere in modo importante? Bobby Jindal è ben posizionato in Iowa. Una sua buona performance potrebbe aiutarlo. Necessitano di guadagnare consensi rispettivamente in Iowa e New Hampshire anche Rick Santorum e Lindsey Graham. George Pataki, già in difficoltà dal punto di vista logistico, vede questo dibattito come la sua ultima opportunità.

LA

Sabato scorso si è tenuto il primo turno delle elezioni per il Governatore della Louisiana. Questi i risultati:

John Bel Edvards (D) 39,9%

David Vitter (R) 23%

Scott Angelle (R) 19,3%

Jay Dardenne (R) 15%

Edwards e Vitter si sono qualificati per il ballottaggio del 21 novembre. La sommatoria delle percentuali dei candidati è favorevole ai repubblicani: Vitter, Angelle, Dardenne ottengono complessivamente il 57,3%. I democratici ottengono nel complesso il 41,6%.

Però i recenti scandali di Vitter, molto impopolare, rendono questa sfida molto competitiva. Gli ultimi sondaggi assegnano un vantaggio importante per Edwards.

Per oggi è tutto. Vi invitiamo a seguire il nostro accounttwitter.com/KriAmerica che vi terrà aggiornati su dibattito, sondaggi e molto altro.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi