Corse Clandestine: nell’Ippodromo de la Technique Fan Idòle conserva due secondi di vantaggio

È stata una gara molto emozionante, quella che si è corsa ieri all’Ippodromo de la Technique in vista del Grand Prix d’Europa di domenica 25 maggio. In questo ippodromo romano, che durante la stagione trasmette le sue corse su un canale all-news vicino alla scuderia Varenne, i cavalli che preferiscono partire dal centro e dalla destra dello schieramento hanno sempre regalato agli spettatori performance superiori alla media. Questa volta, però, l’attenzione è tutta rivolta ai due cavalli di testa, impegnati in un duello che promette scintille.

Fan Faròn, in sella al fidato Fan Idòle, parte forte come al solito. E malgrado il terreno sfavorevole conduce comodamente per tutto il primo giro. Alle spalle del cavallo di razza schulz, recupera ben presto terreno Igor Brick, che il brizzolato fantino genovese riesce – con un sapiente uso delle redini – a tenere lontano dagli eccessi di foga che spesso lo portano a imbizzarrirsi. Sul rettilineo d’arrivo i due cavalli sono praticamente sulla stessa linea. Al fotofinish la spunta Fan Idòle in 30″ netti, mentre Igor Brick chiude in 28″. Una vittoria, quella del cavallo condotto da Fan Faròn, che lascia un po’ con l’amaro in bocca i tifosi della sua scuderia. Mentre sugli spalti gli appassionati di Igor Brick festeggiano come di fronte a una vittoria. E forse non hanno tutti i torti.

A complicare la giornata della scuderia Fan Idòle ci si mette anche Varenne che, pur non brillando come ai bei tempi, mette a segno un più che dignitoso 21″ che rappresenta il suo miglior risultato in questa complicata stagione di corse clandestine. Alla fine della gara, da Château de Boscòn, arriva perfino una videotelefonata di congratulazioni alla scuderia da parte di Burlesque.

Fuori dal podio ma oltre l’ostacolo di sbarramento – e dunque capaci di conquistare i sacchi di biada messi in palio a Bruxelles e Strasburgo – si piazzano il nordico Groom de Bootz con un ottimo 6″ netti e la moderatissima accoppiata tra Ipson de Scipiòn e Ispon de Mormal, che chiude un po’ appannata in 4,9″.

I molteplici impegni che caratterizzano la giornata-tipo dei telecronisti di corse clandestine, purtroppo, non ci hanno consentito di assistere all’arrivo degli altri cavalli. Ma chi è rimasto più di noi all’Ippodromo de la Technique ci assicura che, malgrado gli sforzi, Frerès Tricolòr, Generàl Ematopulòs e Petit Jean/Ipson de la Boccònnon sono riusciti ad ottenere il tempo necessario (4″) per partecipare al banchetto europeo a base di sacchi di biada. Sarà per la prossima volta.

Fonte: Notapolitica.it

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Informazioni | Chiudi